Impresa

Le università, compatibilmente con la loro funzione scientifica e didattica, possono svolgere per conto di enti pubblici e privati

  • attività di ricerca e formazione commissionata
  • consulenza
  • prestazioni a tariffario

mediante contratti e convenzioni. Di norma in tali attività, che non rientrano nei doveri istituzionali dell'Ateneo, l'interesse del committente è prevalente. L'attività svolta su commissione di terzi deve essere disciplinata da un contratto stipulato tra la struttura autonoma e l'ente, nel quale sono concordate le condizioni di base della collaborazione.

Il Dipartimento di Ingegneria Industriale, all’interno dei propri laboratori, dispone di attrezzature per l’esecuzione di prove di caratterizzazione su materiali e componenti di macchina, di hardware e software per la simulazione multifisica di prodotto e processo, di strumentazione per analisi chimico-fisiche.

Il DIN si pone come interlocutore ideale per le imprese che intendano intraprendere progetti di Ricerca e Sviluppo avvalendosi del supporto universitario, grazie alle competenze dei ricercatori afferenti ai suoi quindici gruppi di ricerca, operanti su tematiche che spaziano dalla Fisica Tecnica alla Meccanica Applicata alle Macchine, dalle Applicazioni Industriali dei Plasmi alle Macchine a Fluido ed alla Costruzione di Macchine.

Tale varietà culturale permette di affrontare tematiche che richiedano una forte interazione fra risorse provenienti da vari ambiti di ricerca. Poter disporre di un gruppo di lavoro multidisciplinare, pur stipulando un contratto di ricerca/consulenza con un unico soggetto, si traduce in un immediato beneficio per l’impresa committente.

Nell’attività di Terza Missione, relativamente al settore Impresa, rientra anche l’impegno del Dipartimento a valorizzare i risultati della ricerca attraverso la creazione d’impresa (spin-off).

Tariffario

Nel Tariffario sono riportate le tariffe praticate dai Laboratori relativamente alle prove di routine.

La procedura amministrativa da seguire è la seguente:

  1. Il Committente può richiedere un preventivo per l’esecuzione delle prove inviando una e-mail all’indirizzo del Responsabile della Commessa individuato in Tariffario. Il Responsabile della Commessa interessato invia un preventivo, numerato e datato, al Committente indicando i costi delle prove ed eventuali ulteriori condizioni di fornitura oltre a quelle descritte nel Tariffario.
  2. Le prove indicate nel Tariffario vengono eseguite previa accettazione del preventivo inviato dal DIN. L’accettazione del preventivo deve essere indirizzata al Direttore del DIN e deve essere completa di tutta la documentazione e di tutte le informazioni tecniche utili per l’esecuzione della prestazione. L’accettazione deve essere redatta secondo i modelli disponibili nel box "Documenti" (Modulo A per la richiesta da enti esterni, Modulo B per la richiesta da parte di altre strutture dell’Università) e deve essere inviata esclusivamente all’indirizzo din.servizilab@unibo.it.
Torna su