Mixed Reality & Simulation Design LAB

Mixed Reality & Simulation Design LAB studia, applica e ricerca nuove tecnologie digitali e metodologie integrate, con lo scopo di offrire al mondo industriale un orientamento tecnico-scientifico per lo sviluppo di nuovi prodotti innovativi.

Obiettivo di Mixed Reality & Simulation Design LAB è aiutare il contesto produttivo industriale ad aumentare la propria competitività, ideando progettati tenendo conto di aspetti tecnologici e metodologici nelle fasi di ideazione del prodotto, allo scopo di incrementare l’innovazione, la qualità e limitando modifiche nelle fasi avanzate dello sviluppo, riducendo i costi.

L’approccio di Mixed Reality & Simulation Design LAB  propone ricerche e soluzioni che consentano ai progettisti del mondo industriale di trovare, presso il laboratorio,  risposte ai problemi di progetto industriale,  mediante l’integrazione di tecnologie tradizionali con altre più avanzate, in particolare nell’ambito della simulazione virtuale e dell’industria 4.0 (quali AR, VR, AM, ecc.).

Sviluppare  e innovare derivano scientificamente da processi e strumenti organizzati mediante una strutture di progetto in grado di incrementare la cultura aziendale, tale da creare terreno fertile alla recettività nei confronti delle nuove metodologie e tecniche.

Mixed Reality & Simulation Design LAB è interlocutore attivo del mondo industriale, in grado di condurlo verso un processo che non comporta innovazione solo del singolo prodotto, quanto dell’intero processo di sviluppo e dell’organizzazione dell’azienda stessa, mediante un aggiornamento radicale delle tecnologie adottate, allineandoli con le prerogative della rivoluzione industriale digitale.

Innovazione e qualità dei prodotti ed efficienza nei tempi/costi di sviluppo sono obiettivi prioritari.

 

ATTIVITA’

Si elencano di seguito le principali attività specifiche che verranno svolte da Mixed Reality & Simulation Design LAB.

 

In ambito tecnico:

  • ottenere modelli CAD
  • trasferire modelli CAD in ambienti di Realtà Virtuale
  • trasferire modelli CAD in ambienti di Realtà Aumentata
  • progettare Realtà Virtuale e Realtà Aumentata
  • prototipare in Realtà Virtuale e Realtà Aumentata
  • definire il percorso ottimale per integrare attività CAD e CAE
  • preparare modelli FEM - mesh - partendo da geometrie CAD
  • sviluppare progettazione di dettaglio per quanto attiene a strutture meccaniche
  • mettere a punto procedure per la progettazione ricorrente e per l'ottimizzazione guidata di progetto/processo;
  • sviluppare applicazioni adatte alla progettazione on-line, ovvero alla progettazione ed alla manutenzione a distanza via Internet, e favorendo, per questa via, l'accesso a risorse di calcolo specialistiche
  • agire come design reviewer, in particolare quando questo ruolo richieda competenze specifiche nella sperimentazione virtuale, e/o in relazione a normative particolari
  • prototipare rapidamente (rapid prototyping)
  • realizzare prototipi mediante tecnologia additiva (additive prototyping)

 

 

In ambito metodologico-scientifico:

  • diffondere metodologie di progettazione e di produzione innovative quali QFD e tecniche di Time Compression ai servizi
  • orientare i bisogni delle PMI (Piccole-Medie Imprese) al contenimento dei costi di accesso
  • affiancare i progettisti industriali a favorire collegamento e integrazione con altre funzioni aziendali strategiche nello sviluppo del prodotto, quali in particolare produzione e marketing;
  • eco-design e sustainable design: progettazione eco-compatibilie su tutto il ciclo di vita dei prodotti, design imballaggi, ecc.
  • SW open source
  • applicare metodologie avanzate di progettazione, quali QFD, TRIZ, DFSS, SDE

 

L'attività svolta da Mixed Reality & Simulation Design LAB relativamente allo studio della progettazione di prodotto si realizza attraverso:

 

  • sviluppo di modelli tramite l’utilizzo di software di diffusione commerciale con:
  1. possibilità di intervenire nella creazione di modelli CAD, ricavando da questi la discretizzazione (la cosiddetta “meshatura”) più adatta all'applicazione specifica;
  2. possibilità di intervenire nella riparazione e manipolazione di modelli al CAD, sempre ricavando da questi la discretizzazione più adatta all'applicazione specifica;

 

  • sviluppo di applicazioni ad integrazione delle analisi svolte:
  1. modelli cinematico-dinamici, per l'individuazione della storia delle sollecitazioni;
  2. impiego di post-processori per lo studio della risposta a fatica;
  3. integrazione con la simulazione di processo, per ricavare la distribuzione realistica delle proprietà meccaniche di un componente, o lo stato di tensioni residue legate al processo;
  4. integrazione con tutti gli applicativi sostenuti da Mixed Reality & Simulation Design LAB.

 

Si può sintetizzare, quindi, che l’innovatività del laboratorio riguarda sostanzialmente due ambiti della progettazione:

 

1)           Metodologie innovative di progettazione, di prototipazione e di sviluppo di prodotto

2)           Strumenti (software ed hardware) innovativi di ausilio alla progettazione, alla prototipazione ed allo sviluppo del prodotto

Album

Mixed Reality & Simulation Design LAB

Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Contatti